6 ottobre 2009

Lodo Alfano DAY!


CI SIAMO!
Oggi la Corte Costituzionale è chiamata a giudicare la (IN)COSTITUZIONALITA' del Lodo Alfano!

La Consulta sarà al gran completo, 15 giudici su 15. Ci saranno, né si asterranno i due, Mazzella e Napolitano, che a maggio hanno partecipato a una cena, a casa del primo, con il Cavaliere, Alfano, Letta, Vizzini, Bruno.
Il conflitto d'interessi c'era tutto (tanto per cambiare), ma alla Corte hanno preferito soprassedere!

L'augurio che ci facciamo è che questi giudici possano tener conto solo delle problematiche tecniche e non politiche del Lodo. Lì devono stabilire se il Lodo è o meno costituzionale, se la legge è uguale per tutti, oppure per tutti tranne quattro, se tutti siamo uguali di fronte alla legge oppure tutti tranne quattro: anzi, tranne uno, perché poi l’unico che ne ha bisogno e che se ne avvale è appunto l’utilizzatore finale, il solito Presidente del Consiglio.

Terminata l'udienza, l'avvocato Gaetano Pecorella ha dichiarato, con l'arroganza che contraddistingue questo governo, che la maggioranza potrebbe varare un Lodo-ter per adattare lo scudo anti-processi a eventuali obiezioni della Corte.

Intanto il personale della Corte fa capire che la decisione sul Lodo Alfano potrebbe slittare quantomeno a domani.

CB

Nessun commento: