3 maggio 2009

Veronica forse ha capito e divorzia. Ma gli italiani quando lo faranno?


Veronica, addio a Berlusconi
"Ho deciso, chiedo il divorzio"

Ha conosciuto Berlusconi nel 1980 durante un suo spettacolo, poi si sono sposati con rito civile il 15 dicembre 1990.

La donna sembra aver confessato ad un'amica:
"Non posso stare con un uomo che frequenta minorenni".

Cosa le ha aperto gli occhi? La vicenda della diciottenne di Casoria o le hard-candidature per le europee o forse le vicende Rai-Saccà-Troise-Manna & Co.?

Forse dobbiamo prendere atto che una delle pochissime opposizioni in Italia viene da Arcore ed è (era) spostata con Berlusconi. Più dura di Di Pietro, più efficace di Franceschini, finalmente in Italia c'è un’opposizione seria a Silvio Berlusconi. E' finanziata da Silvio Berlusconi e si chiama Miriam Bartolini, in arte Veronica Lario, in arte (e due!) Veronica Berlusconi.
E' sua l’unica voce che si alza contro il più ridicolo primo ministro del mondo alla vigilia delle elezioni europee.

Veronica si è stancata! Ma gli italiani?

CB

3 commenti:

Andrew ha detto...

grande Veronica! e adesso sputtanalo!

xx ha detto...

E’ una questione privata, ed allora non se ne parla! Perchè così ha deciso il capo, così ha decretato il re, perchè colpito direttamente in casa, preso in scacco da chi finalmente ha avuto il coraggio ed il potere di denunciarlo pubblicamente. Umiliazione contro umiliazione, ma lui, il re, è attorniato da servi, servi potenti ma pur sempre servi! E lei, invece, è da sola, lei non ha la televisione dalla sua parte, lei non ha un pubblico fedele da ammaliare, perchè da sempre nascosta nell’ombra… finora, però lei, Veronica Lario, la first Lady Italiana di cui ci accorgiamo solo ora, la regina senza scettro è riuscita grazie all’orgoglio di donna ferita ed umiliata pubblicamente e per l’ennesima volta, a sfoderare una parte di quel potere che le si confà data la sua posizione: l’offensiva lista di showgirls berlusconiana è stata radicalmente cambiata, nel giro di 24 ore, grazie ad il suo intervento politico da vera donna della politica che non vuole vedere il proprio paese rappresentato da gente profumata di nulla fuorché immagine. Un’azione dettata da un impulso che ha che vedere più con il rispetto e la dignità che con la vera politica ma che comunque ha prodotto i sui frutti ed in fretta: molto in fretta: una sua chiamata e la lista della vergogna è stata cambiata; chissà cosa succederebbe se lei andasse in televisione, ah già la televisione… Magari il figlio ha preso dalla madre… speriamo.
Il re pagliaccio è stato smascherato in casa e dalla regina stessa, e pochi, troppo pochi ad oggi ne riconoscono il merito ed il coraggio di una donna ferita innanzitutto, ma di donna capace soprattutto di reagire e mollare la corte ed il suo re, di ribellarsi concretamente, di denunciare lo scandalo, sola e contro tutti che credono che questa sia una faccenda di cui non sa da parlà! Maddeche! DE CHE? che quest’azione di Veronica Lario, la moglie del nostro premier, è finalmente la prima vera azione pubblica di contrasto e di effettiva OPPOSIZIONE, con reali conseguenze contro colui che tutti criticano con bisbigli inefficaci e che lei ha trasformato in un urlo che qualche scossa positiva ha dato. La regina ha finalmente fatto la sua mossa, e che mossa! Le pedine ne capiranno il gioco?
GO VERONICA!

Ale ha detto...

io non credo che veronica con questo gesto avrà grande successo..
però non so ancora veramente a che pensare..lui ha ancora in mano la stampa..può far credere quello che vuole (a chi è aperto alle stronzate)