11 febbraio 2009

Morta a Morta

Si dice che gli uomini si svelano fino in fondo solo di fronte alla morte. È stato così anche di fronte alla morte di E.E. (come Michele Serra,non voglio neppur nominare quella povera ragazza usata come scudo umano dai peggiori avvoltoi). Che ha costretto politici e giornalisti a dare il meglio o il peggio di sé. Berlusconi ha mostrato fino all'ultimo quanto gl'interessasse «salvare una vita»: dopo l'assalto al Colle, ora confida al fido Minzolini: «Abbiamo tutto l'interesse ad andar d'accordo con Napolitano, potrebbe crearci problemi»: per esempio non firmare le leggi incostituzionali sulla giustizia. Intanto le sue tv, che lui controlla fotogramma per fotogramma, hanno sciacallato finché han potuto, poi han mandato in onda quattro ore di «Grande Fratello». Così Canale5 ha fatto il pieno di ascolti e di introiti pubblicitari e Mentana è rimasto in naftalina, per non disturbare Vespa. Il quale, un'ora dopo la morte di E.E., aveva già riaperto il set di Cogne, di Erba e di Perugia, con qualche ritocco ad hoc per evitare confusioni, ma sempre sul filone «giallo». Infatti, al secondo minuto di «Morta a Morta», c'era già un «esperto» che lanciava sospetti sulle «vere cause» del decesso e invocava «esami tossicologici» per trovare le prove dell'omicidio. Fatica sprecata: bastava interpellare Quagliariello, Gasparri, Fede o Giordano, che l'assassino l'han già scovato da giorni: Napolitano o, in alternativa, Peppino. Mancava solo il plastico della clinica «La Quiete»,magli scenografi dell'insetto necrofilo ci stanno lavorando. Poi dice che uno guarda il Grande Fratello.

Fonte: Rubrica Zorro 11.02.2009 de l'Unità (Marco Travaglio)


LINK UTILI:
- Zoro segue in silenzio le dichiarazioni politiche sulla vicenda di E. E.

6 commenti:

articolo21 ha detto...

Reallity show contro reallity show.

andreacamporese ha detto...

Come ho scritto nel mio intervento bisognerebbe solamente avere un po' di decente silenzio. Null'altro.
E poi lancerò una proposta, nel mio prossimo post, e cioè: una denuncia a Gasparri e Berlusconi per offese al Capod ello Stato.
Se Di Pietro è stato denunciato per le "non" offese durante la manifestazione di Piazza Farnese, perchè Gasparri e Berlusconi non possono subire la stessa sorte visto che, in maniera non proprio velata, hanno dato a Napolitano dell'assassino?
Passiamo parola?
Saluti

La Mente Persa ha detto...

Bellissima la scelata dei genitori di non fare vedere la foto di E. nel letto dopo 14 anni di coma.
gio

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

E' una vergogna. Dobbiamo provare a lottare per non gettare al vento tutto quello che il padre di Eluana ha fatto.

Titolo molto azzeccato.

..:: Symbian ::.. ha detto...

è una vergogna che gente come l'insetto vespa o il viscido fede possano fare attacchi e insinuazioni così gravi nei confronti della famiglia E.

ciao

Maurizio Ciano ha detto...

gli attacchi peggiori alla famiglia di E.E. sono arrivati prima di tutto dal nano che ha detto "io come padre.... bla bla bla" guardatevi questo video dal divano rosso, interpreta il pensiero di molto in questo momento

http://www.youtube.com/watch?v=YdMmzUYaM_c