18 febbraio 2009

Lettera a Silvio Berlusconi

Voglio dare eco alla proposta del blog NonLeggerlo. Una lettera al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi per invitarlo a dare le dimissioni!

On. Silvio Berlusconi,
le scrivo per invitarla a rassegnare in via immediata le Dimissioni da Presidente del Consiglio dei Ministri, e portare quindi il Paese a nuove elezioni.
Ieri, l'ennesima goccia. L'avvocato Mills è stato condannato a 4 anni e 6 mesi di reclusione per Corruzione in Atti Giudiziari. Corruzione. E' stato Corrotto. Con 600 mila dollari. Entro 90 giorni capiremo meglio la sua posizione, caro Presidente. Per ora sappiamo che la sua Fininvest/Mediaset, ha sborsato questo denaro all'avvocato inglese perché "affermasse il falso o tacesse" nei processi "All Iberian" e "Guardia di Finanza", che la vedevano imputato per corruzione, falso in bilancio e finanziamento illecito. Perché quindi lei ne traesse vantaggio, ne uscisse pulito nel modo più meschino possibile: importa relativamente poco se la mazzetta intascata da Mills sia emersa dal suo portafoglio, o dal Previti di turno. Inoltre, e ciò aggrava il quadro generale, lei ha deriso ed umiliato la Costituzione Italiana mediante il Lodo Alfano, estrapolandosi dal sistema legislativo nazionale e fuggendo dall'esito di questo ed altri processi, passati e futuri. Condotta che lei persegue da tempo, con altri "bunker" dichiarati incostituzionali, con l'infinita serie di depenalizzazioni ad hoc, di riduzioni dei termini per la prescrizione, di mutazioni dell'ordinamento ad immagine e somiglianza delle sue esigenze giudiziarie.
Queste sono macchie che tarperebbero immediatamente le ali a qualsiasi Ministro, Parlamentare o Rappresentante delle Istituzioni di una qualsiasi Democrazia Occidentale. Uomini e donne che salutano per molto meno, per un Primo Errore, per un'imposta non pagata, per una falsità, per un'amante scomoda. Purtroppo questa sentenza è solo l'ultimo tassello nell'enorme puzzle degli aspetti che la rendono Totalmente ed Inequivocabilmente inadatto all'esercizio del Governo; puzzle che raffigura l'immenso Conflitto di Interessi da cui lei trae costante ed immenso beneficio privato, tragicamente sottovalutato da molti cittadini italiani.
Aspettando il suo annuncio a reti unificate (chi meglio di lei può farlo in qualsiasi momento?), le porgo distinti saluti.


LETTERA FIRMATA



Presidenza del Consiglio dei ministri
Palazzo Chigi - Piazza Colonna 370 - 00187 Roma

segreteria.presidente@governo.it
berlusconi_s@camera.it
redazione.web@governo.it

9 commenti:

alexilgrande ha detto...

La mando subito e domani diffondo l'appello anch'io.

ps: E' ben scritta. ;)

Mariasol ha detto...

Gli italiani non ci cascano più e rifiutano l'idea, cara alla piccola e rumorosa curva giustizialista, che i processi siano i tempi supplementari delle elezioni.

Dei 600mila dollari che Mills avrebbe ricevuto non esiste traccia riconducibile a Berlusconi, tanto che nel capo di imputazione si cita solo Carlo Bernasconi (defunto).

Inoltre il reato contestato a Mills è prescritto, perchè il presunto versamento contestatogli è del 2 febbraio 1998, più di dieci anni fa.

La Corte di appello ribalterà sicuramente, a favore di Mills (secondo la Costituzione innocente fino al giudizio di terzo grado), la ridicola sentenza della compagna magistrata Nicoletta Gandus.

Ma chi è Nicoletta gandus?

Leader storico della corrente delle toghe rosse di "Magistratura democratica", attiva anche nel «collettivo donne in magistratura».

E' firmataria sul quotidiano Il Manifesto di «Non in mio nome», appello di condanna nel 2001 della politica israeliana nei confronti dei palestinesi.

Presenzia per Magistratura Democratica i forum della sinistra antagonista, come quello di Porto Alegre.

Per la Cassazione, che ha respinto la richiesta di Berlusconi, pero è tutto ok.

Certo, questo è solo il primo grado del processo, Mills farà appello e la nostra Costituzione all'articolo 27 prevede che si è considerati innocenti fino alla sentenza definitiva, quella di terzo grado, anche se gli amici garantisti a senso unico, i giustizialisti, sembrano dimenticarsene.

Adesso capite a cosa serve il Lodo Alfano, cari amici che amate la democrazia e voi che dite di amarla ma in fondo tifate solo per la sovversione antidemocratica ?

A garantire che venga rispettata la suprema volontà popolare che si è espressa nelle democratiche elezioni.

Niente sovversione della volontà popolare da parte di un organo non eletto dal popolo.

Fino alla fine del suo mandato, Berlusconi non sarà processabile.
Dopo si.
Quindi quelli che vorrebbero sovvertire il risultato di libere elezioni, dovranno aspettare.

Ovviamente, alla fine Berlusconi sarà, come sempre finora, assolto.

alexilgrande ha detto...

@ Mariasol

Come mai non ti firmi?

progvolution ha detto...

finché il 50,1% degli italiani avrà la lucidità cristallina mariasol siamo fottuti in ogni caso
Sussurri obliqui

..:: Symbian ::.. ha detto...

Caro Mariasol, hai ragione a dire che nessuno può accusare nessuno di non essere innocente fino alla sentenza definitiva, quella di terzo grado, ma qui davanti a queste situazioni bisogna guardare oltre.
Un personaggio politico, a tutti i livelli, specialmente se esplica la funzione di Presidente del Consiglio, dovrebbe essere una persona pulita da ogni punto di vista.
C'è una frase bellissima di un certo Paolo Borsellino che spiega perfettamente il mio pensiero:
"C’è un equivoco di fondo. Si dice che il politico che ha avuto frequentazioni mafiose, se non viene giudicato colpevole dalla magistratura, è un uomo onesto. No! La magistratura può fare solo accertamenti di carattere giudiziale. Le istituzioni hanno il dovere di estromettere gli uomini politici vicini alla mafia, per essere oneste e apparire tali"
Paolo Borsellino


Anche se in questo caso non stiamo parlando di frequentazioni mafiose, il principio vale lo stesso.

Non significa nulla attaccarsi al fatto delle elezioni democratiche, al mandato di 5 anni, un cittadino deve sempre pretendere che la LEGGE SIA UGUALE PER TUTTI!!!
Perchè se tu ti appelli all'art. 27 della Costituzione, beh, allora io mi appello all'art. 3:
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

..:: Symbian ::.. ha detto...

@ Mariasol: Una piccola precisazione, leggiti bene tutte le sentenze su Berlusconi...non sempre è stato assolto...

ASSOLUZIONE è DIVERSO da AMNISTIA, PRESCRIZIONE, LODO!

ciao

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Difficile che si autoelimini e si dimetta. Sappiamo bene che non si vergogna mai di nulla...

Pietro ha detto...

Mandata la lettera, ora bisognerebbe che gli italiani lo mandassero a....

Andrew ha detto...

inviata
buon inizio settimana