24 gennaio 2009

Malpensa, Italia: tribuna per il governo

Se non bastasse il federalismo fiscale, e tutti i proclami di questo governo a dividere l'Italia, dal 23 gennaio (ieri sera) alle 23.40 va in onda Malpensa, Italia, talk dedicato alla questione settentrionale, condotto dal vicedirettore di Libero ed ex direttore di La Padania Gianluigi Paragone.
Una trasmissione che si vuole contrapporre ad Annozero (nei suoi sogni).
Guai, però, a parlare di programma leghista: "La fine del nazionalismo è un fatto - replica Marano - e così la nascita del regionalismo. E poi, se parli del Nord, parli dell'Europa. La questione meridionale? Ma a quella - dice con una battuta - ci pensa RaiTre"

ALLA FACCIA DELLA TV DI STATO, DELLA TV PER I CITTADINI, DEL SERVIZIO PUBBLICO

Come prima serata non c'è male, MEGA INTERVISTA a Silvio Berlusconi che si lamenta che in Italia il Presidente del Consiglio non ha alcun potere, non è un PREMIER!!!
L'unico strumento a sua disposizione sono i Decreti Legge...ma che fatica...non sapete quant'è lungo l'iter per un Decreto Legge!?!?
E poi, sapete? Devono pure essere discussi questi Decreti Legge!!!
CHE PALLE CON QUESTA FISSA DELLA DEMOCRAZIA!!!

Dobbiamo muoverci, dobbiamo accentrare il potere nelle mani di una persona fidata...una persona onesta...una persona che non farebbe mai i suoi interessi, ma solo gli interessi dei cittadini...una persona con un passato limpido...insomma...NON BERLUSCONI!

Comunque non abbiate timore a questo lungo monologo di Berlusconi hanno risposto in studio Massimo D'Alema (nemico storico di Berlusconi, sin dai tempi della Bicamerale) e lo Sceriffo di Nottingham Giulo Tremonti.

1 commento:

alexilgrande ha detto...

Se Berlusconi dichiara tali stron*ate significa che il popolo le accetta.


Poveri italioti.