23 novembre 2008

Silvio Berlusconi: Yes, yes, yes, Prime Minister

Il giornale britannico Sunday Times traccia un ritratto del premier e del suo entourage, sottolineando che "belle donne adornano il suo governo" ma non certo per il merito nè per l’esperienza.
Il lungo pezzo arriva alla conclusione che il Presidente del Consiglio ha trasformato la Camera dei deputati nella “nuova Via Veneto”. Lo scrittore riporta alcuni stralci delle intercettazioni telefoniche con l’ex direttore di Rai Fiction, Agostino Sacca, in cui Berlusconi raccomanda alcune aspiranti attrici, e rilancia alcune dichiarazioni recenti del premier sulle sue prestazioni sessuali e sul fascino esercitato sulle donne. Quindi sostiene che “il sesso ha sempre giocato un ruolo nell’immagine di Berlusconi”, fin da quando, agli inizi degli anni ‘80, lanciò la televisione commerciale nel Paese e portò il sesso sul piccolo schermo.
Tuttavia, oltre alle donne, ricorda Stille, “Berlusconi ha portato in Parlamento tre dei suoi avvocati, il suo consulente tributario, diversi co-imputati in diversi processi per corruzione, una lunga lista di ex ed attuali dirigenti delle sue molte aziende, editorialisti e direttori dei suoi diversi giornali, e il suo medico personale”. Il risultato di tutto questo, sottolinea il giornalista, è che “la Camera dei deputati è diventata la nuova Via Veneto”.
Fonte: quotidianonet.ilsole24ore.com

Tutto questo, aggiungo io, grazie anche ad una legge elettorale definita Calderoli che l'ha scritta (o almeno così rivendica) una PORCATA! Chi avrebbe votato una Carfagna? Chi avrebbe votato gli avvocati di Berlusconi? Certo, prima dell'elezione del 13-14 aprile, si conosceva il passato pieno di ombre del massimo esponente di questo gruppetto di impuniti, Berlusconi, eppure la maggioranza degli italiani l'hanno votato. Purtroppo questa è la realtà. Finchè la maggior parte degli italiani non si sveglia da questo coma farmacologico in cui vivono (o sopravvivono) da anni sarà difficile mandarli tutti via a calci nel culo.
C'è da chiedersi, quando tutte queste persone si sveglieranno da questo stato neuro-vegetativo?
Forse questa crisi mondiale, il sistema costruito da questi politici impuniti che fa acqua da tutte le parti, una maggiore necessità di guardare la realtà, ci permetterà di travolgere questo sistema. Forse ha ragione Beppe Grillo quando scrive:
Appoggio l'orecchio al terreno e sento un rumore. Sempre più vicino. Un brontolio, una carica, un tuono. Sono milioni di nuovi disoccupati. Quanti saranno in più tra un anno? Due milioni? Tre milioni? Senza più niente da perdere. I manganelli non potranno fermarli. Travolgeranno tutto e tutti e non faranno sconti. Chi si troverà sul loro percorso verrà cancellato. Sindacati collusi, giornalisti servi, partiti autoreferenziali. Il loft di Topo Gigio e le ville sarde dello psiconano. Travolti. L'Onda degli studenti li ha anticipati. Dopo l'Onda verrà lo Tsunami del lavoro.


LORO NON MOLLERANNO MAI, NOI NEPPURE!


Bookmark and Share

Nessun commento: