9 novembre 2008

I preziosi consigli di Cossiga



Come se non bastassero i consigli già offerti in precedenza (e subito messi in atto in Piazza Navona) riguardo l'uso di infiltrati nei cortei delle maniere forti da parte delle forza dell'ordine, ieri, in una lettera al Capo della Polizia Antonio Manganelli, l'ex presidente della Repubblica Francesco Cossiga dà consigli su come fermare la protesta degli studenti.

"Un'efficace politica dell'ordine pubblico deve basarsi su un vasto consenso popolare, e il consenso si forma sulla paura, non verso le forze di polizia, ma verso i manifestanti.
[...]
Al minimo cenno di violenze di questo tipo, le forze di polizia si ritirino. [...] L'ideale sarebbe che di queste manifestazioni fosse vittima un passante, meglio un vecchio, una donna o un bambino, rimanendo ferito da qualche colpo di arma da fuoco sparato dai dimostranti: basterebbe una ferita lieve, ma meglio sarebbe se fosse grave, ma senza pericolo per la vita o danneggiate, se fosse possibile, la sede dell'arcivescovo di Milano, qualche sede della Caritas o di Pax Christi, da queste manifestazioni, e cresca nella gente comune la paura dei manifestanti e con la paura l'odio verso di essi e i loro mandanti o chi da qualche loft o da qualche redazione, ad esempio quella de L'Unità, li sorregge.
[...]
Io aspetterei ancora un po' e solo dopo che la situazione si aggravasse e colonne di studenti con militanti dei centri sociali, al canto di "Bella ciao", devastassero strade, negozi, infrastrutture pubbliche e aggredissero forze di polizia in tenuta ordinaria e non antisommossa e ferissero qualcuno di loro, anche uccidendolo, farei intervenire massicciamente e pesantemente le forze dell'ordine contro i manifestanti."


Che dire? Ci scandalizziamo sui rapporti che mister b tiene con putin, quando abbiamo gente del genere in Italia? Gente che può permettersi per ben due volte di fare affermazioni gravissime senza che sia costretto a dimettersi o cercare asilo politico in Siberia, dove potrebbe rinfrescarsi le idee e capire le enormi cazzate che spara!


LORO NON MOLLERANNO MAI, NOI NEPPURE!



1 commento:

stopdrug ha detto...

lasciamo perdere Cossiga, c'è di peggio cui occuparsi, come la droga!!!