16 novembre 2008

Brunetta: predicare bene, razzolare male!

A sentire parlare il ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta, deve essere perfetto al lavoro. Da quando è ministro sta portando avanti una battaglia contro tutto e tutti! La guerra ai fannulloni non conosce tregua: ha ristretto il regime dei permessi per i parenti dei disabili, sogna i tornelli per controllare i magistrati nullafacenti (e probabilmente comunisti) e ha falciato i contratti a termine. Dagli altri pretende rigore, meritocrazia e stacanovismo, odia i furbi e gli sprechi di denaro pubblico. Ma lui???
Da un'inchiesta portata avanti da L'Espresso sembrerebbe che il ministro predichi bene ma, almeno in passato, ha razzolato molto male. Ricordiamoci che i primi dipendenti pubblici sono i politici! Svolgono la funzione più importante per mantenere la democrazia in un paese (su questo NO COMMENT!) e sono i dipendenti pubblici meglio pagati e con maggiori agevolazioni!

Nel 1999 entra nel Parlamento europeo tra le file di Forza Italia. Proprio a Strasburgo, secondo i calcoli fatti da L'Espresso, in quasi dieci anni è andato in seduta plenaria per circa il 57,9% delle volte. Con questi standard un impiegato (che non guadagna 12 mila euro al mese) potrebbe restare a casa 150 giorni l'anno. Ferie escluse. Lo stesso ministro ha ammesso in due lettere le sue performance: nella legislatura 1999-2004 ha varcato i cancelli solo 166 volte, pari al 53,7 per cento delle sedute totali. "Quasi nessun parlamentare va sotto il 50, perché in tal caso l'indennità per le spese generali viene dimezzata", spiegano i funzionari di Strasburgo.

Queste le statistiche delle presenze del ministro:
Al Parlamento Europeo
Al comune di Venezia

E se tutto questo non bastasse...ecco qui.
Come tanti privilegiati, riesce a ottenere un appartamento dall'Inpdai, l'ente pubblico che dovrebbe sfruttare al meglio il suo patrimonio immobiliare per garantire le pensioni ai dirigenti delle aziende. Il ministro, dopo essere stato inquilino per più di 15 anni con canone che non ha mai superato i 350 euro al mese (impossibile che un operaio trovi una casa a questo canone), riesce (assieme agli altri inquilini) a comprare questa casa composta da 4 vani catastali, situata in uno dei punti più belli di Roma, a soli 113 mila euro!!!

E poi siamo costretti a sentire alcune sue dichiarazioni: "Il Paese è con me, ma un pezzo del Paese no e me ne sono fatto una ragione. E' il Paese delle rendite, dei poteri forti e quello dei fannulloni, che spesso stanno a sinistra". Forse ha ragione, ha solo sbagliato la sua collocazione!

Una recente inchiesta delle Iene ha portato a questi risultati sul nostro ministro: 52,8%! La statistica è relativa alle 685 votazioni elettroniche effettuate dal 29/04/2008 al 02/10/2008.
Ma c'è chi è messo peggio...indovinate chi? Berlusconi Silvio: 94,4% di assenze! Solo Mirko Tremaglia lo batte con il 97,5% di assenze!

Se volete conoscere la percentuale di assenze degli onorevoli, nei primi cinque mesi di legislatura, potete scaricare la lista completa.

Insomma, con i dipendenti pubblici non si va per i sottile, si taglia con il machete e si finisce per punire anche chi ha sempre fatto il proprio dovere.
Sui componenti della Casta, invece, non si interviene. Mai.



2 commenti:

pabi71 ha detto...

Ciao Cristian, ti ho aggiunto nella categoria " politica, notizie, ecc...", di solito con lo scambio link testuale metto nelle categorie e chi preleva il banner nella pagina dei miei banner, comunque è uguale.
Complimenti per il post, ben curato ed esaudiente, ieri mentre facevo uno zapping veloce l'ho sentito dire che i fannulloni sono quelli di sinistra, per un socialisa, adesso diventato nazional-socialista è una affermazione diventata obbligatoria, chi è dalla parte di Berlusconi da dei comunisti a tutti, basta non essere daccordo con il suo pensiero, che vergogna.
Un saluto e buona settimana.

Bottone Umberto ha detto...

A seguito di inique sentenze a Palermo il Provveditorato agli Studi nell'organico di Maggio 2009 farà transitare 510 dipendenti ex Enti Locali ex collaboratori scolastici nelle scuole statali con la qualifica 4° livello B2 Assistenti Tecnici di laboratorio nonostante tali dipendenti posseggono solo la licenza elementare o la licenza media inferiore andando appunto ad occupare e gestire i laboratori di Informatica , Elettronica ed Elettrotecnica , Fisica , Meccanica , Chimica , Tecnici di cucina eccetera senza averne le conoscenze minime al merito ed ignorando anche le basilari leggi sulla sicurezza ai sensi della legge 626 . Tale inserimento nelle scuole di Palermo e Provincia avviene a danno di tutti , e dicasi tutti , gli Assistenti Tecnici assunti annualmente in qualità di vincitori di concorso e scorrimento di graduatoria e che si trovano in tale graduatoria in quanto possessori di diploma di scuola media superiore e regolare qualifica professionale al merito , i quali dal 1° Settembre 2009 si troveranno disoccupati insieme al rispettivo nucleo familiare . Firmate la presente petizione perchè ciò non avvenga , non vi siano 500 ulteriori disoccupati , non vi sia nella scuola pubblica personale incapace di svolgere la propria mansione . GRAZIE
Per Chi volesse dare il proprio sostegno : http://www.firmiamo.it/assistentitecnicidisoccupatiapalermo